Un lunedì di carta e penna (…e scanner)

Oggi si è tornati ai tempi dei disegnini sul diario nell’ ora di matematica

Sveglia alle ormai classiche 7:54 dei giorni feriali, dovuta a Zelda che mi mordicchia l’ avambraccio…

Decido che è ora di sfruttare al massimo il foglio di carta sul quale state leggendo (si insomma… il layout del sito )  disegnando quante più grafiche possibili A MANO.

E quando dico A MANO intendo con penna, carta e scanner

IMG_0902

In un primo momento avevo deciso di usare penne colorate a seconda della resa finale che avrei voluto ottenere, poi mi sono autoinflitto due o tre schiaffi per ricordarmi che siamo nel 2009 e che avrei potuto colorare il tutto a mio piacimento una volta convertito in vettoriale.

Grazie quindi ad una Stabilo point 88 fine 0.4 nera ho ridisegnato i pulsanti di flickr, behance ed rss (nella sidebar qui di fianco), lo sfondo per i titoli degli articoli, l’ immagine dell’ header e infine il menu ed i titoli di pagina del sito web

Per questi ultimi ho stampato una pagina con le scritte che mi servivano (Georgia 44px) e ne ho pazientemente ricalcato i contorni a mano… riempimento un po’ rozzo ed il gioco è fatto

So bene che di font del genere, anche basati sul classico Georgia, ne esistono una vagonata, ma vuoi mettere la soddisfazione di aver il mio originale, con le mie sbavature personali?

Credo proprio che sto per disegnare un paio di font…

Gallery nuova per peqpe.it

Già da un po’ ero stanco della vecchia gallery…

Sia chiaro, era bellissima, ancora mille grazie a chi aveva la aveva programmata… però mi sentivo legato dalla sua impostazione prettamente fotografica.

Si, insomma… la cornice delle immagini era quella di una polaroid, un’ illustrazione avrebbe sfigurato… quindi solo foto?

E poi la proporzione quasi quadrata, propria delle istantanee di cui sopra, era alquanto invadente/limitante… si si si…

Ecco quindi che abbandono la dinamica gallery in flash per un qualcosa scritto da me in php.

Piccola nota dell’ autore:
come dice spesso un mio collega (bell’attè Bià) nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si copia e si incolla.
Lo dico per far capire meglio il senso di “scritto da me in php”… in effetti sarebbe meglio scrivere “adattato da me in php”.

Avrei potuto leggere direttamente il contenuto di una determinata cartella del sito e stampare a video le immagini, ma questo mi avrebbe precluso l’ uso di eventuali titoli e/o commenti… allora perché non usare un XML?

E così fu

Il classico e ormai leggendario Lightbox 2.0 infine mi aiuta a mostrare le immagini a grandezza naturale

Screenshot:

gallery

…e link alla galleria: http://www.peqpe.it/gallery.php

Ringraziamento speciale a Biagio & Luca che mi hanno fatto notare (leggasi “sbattuto violentemente in faccia” ) che i siti non si scrivono più in html e che, pur non accorgendosene, mi insegnano un mare di cose sul modus operandi di quei serial killer chiamati programmatori…

No one belongs here more than you

..e con questa inauguro anche una nuova categoria del blog: design

Forse la categoria che scelgo per quest’ articolo non è proprio la più consona, ma l’ idea che sta alla base del sito che voglio mostrarti affonda le proprie radici della capacità di dare forma e colore in maniera originale ad un progetto..

“No one belongs here more than you” è il titolo di un libro di una tale Miranda July, disponibile in due diversi colori (attualmente 4 colori “..per meglio adattarsi al colore dei vestiti che indossi” nda). Non l’ ho letto, ma mi viene voglia di sfogliarlo dopo aver visto questo sito monotematico ad esso dedicato:

http://www.noonebelongsheremorethanyou.com/

Screenshot:
1

Come potresti intuire dallo screen qui sopra, il sito è interamente composto di fotografie ed i testi sono scritti a mano su diverse superfici.

A parte l’ idea originale e bizzarra, trattandosi di una scrittrice anche i testi sono molto divertenti

Ringrazio (e quando mai) mia moglie per la segnalazione, sicuro che anche tu farai altrettanto

Gallery per peqpe.it

Cercavo delle gallery in flash per un cliente e mi imbatto in un lavoretto non male di un certo Christopher Enersud..

Decido quindi di adoperare la sua fatica per il mio sitarello

Screenshot:

Il lavoretto, dicevo, è niente male.. basta caricare le foto in una cartella e aggiungere nome del file e descrizione in un xml

Drag & drop per spostare le foto, doppio clic per zoomarle.. divertentissimo

Ottimo per i fancazzisti come me

Linko di seguito al sito dell’ autore:
no3dfx.com

Tirata d’ orecchi per l’ autore, reo del fatto di aver utilizzato il retro della cornice delle polaroid, come si evince dal seriale stampato sotto la foto

Grazie Saimon per la segnalazione

…ancora un altro tema per peqpe.it…

..e siamo a 4!

Questo tema si chiama “Print” ed è un omaggio alle vecchie stampanti ad aghi a modulo continuo

Cambiano la posizione del menu (benedetto sia display:inline) e il font (Courier nell’ alto dei cieli)

Screen:

Come al solito trovate il link al cambio del tema in tutte le pagine di peqpe.com in basso a destra