Professor Layton and the Diabolical Box

Layton's apprentice strikes again!

layton_box

AAAAAH quanto ho aspettato questo giorno?

Il professore gentiluomo e il suo piccolo apprendista ritornano sul mio ds dopo ANNI dalla loro prima comparsa (all’ epoca comprai il piccolo Nintendo apposta per loro).

Lo fanno con questo titolo carico di mistero, “la scatola diabolica”, che riserverà non poche sorprese…

Si parte con uno strano omicidio, unico indizio un biglietto per un treno di lusso diretto chissà dove, alla ricerca della suddetta scatola nefasta.

Ho appena finito la storia principale (14 ore di gioco circa), ma avendo risolto 121 dei 138 puzzle, il buon professore mi terrà compagnia per un altro paio d’ore

Divertenti anche i minigames che arricchiscono il gameplay.

Un’ unica perplessità: ricordo che mia moglie (che ha giocato questo titolo più di un anno fa) mi disse che questo capitolo era piuttosto complicato, tant’è che  alla LEVEL-5 avevano già deciso di semplificare il terzo episodio… questa cosa non mi risulta… i casi sono due:

A) sono uno strafottutissimo genio ( oh, può essere! )
B) durante la localizzazione della versione americana hanno ammorbidito il tutto

Propendo per la seconda, mentre sorseggio del buon tè inglese con la scrivania sommersa da fiammiferi che formano strane lettere.

Grazie professore, alla prossima

OBIEZIONE!! Questo caffè non è nero e amaro quanto l’ inferno stesso!

Proprio ieri sera ho finito il terzo capitolo di Phoenix Wright – Ace Attorney.

E così si conclude anche la saga del buon avvocato, che mi ha fatto passare momenti davvero divertenti, in maniera insolita rispetto ad un semplice videogame

Per chi non lo sapesse, Phoenix Wright è un avvocato difensore, il gioco consiste in un avventura grafica durante la quale aiuteremo il protagonista ad indagare la scena del crimine, raccogliere prove e testimonianze ed infine affrontare il processo.

Lo so, lo stai dicendo, lo hai praticamente detto: “…ma che palle!”.

A questo punto mi viene da gridare “OBIEZIONE!”.

I tipi che si incontrano del gioco sono sempre sopra le righe, i dialoghi esilaranti, le musiche azzeccatissime ed infine un’ inaspettata profondità dei personaggi fanno di questo titolo uno dei migliori che abbia mai giocato.

Finita questa parentesi pubblicitaria, passiamo ai fatti Vostro Onore.

Tra i surrealissimi personaggi che si incontrano nel gioco c’è n’è uno che mi ha particolarmente divertito: il procuratore Godot

Trattasi di un caffeinomane ( mi ricorda qualcuno! ) che il più delle volte parla per mezzo di incomprensibili metafore riguardanti l’ amara bevanda… uno spasso incredibile

Tra le sue azioni più esilaranti vanno annoverate le interminabili trangugiate di caffè, il lancio della tazza all’ avvocato della difesa e soprattutto l’ apparizione DAL NULLA di una nuova tazza di caffè fumante che gli arriva in mano scivolando sul banco dell’ accusa, a mo’ di boccale di birra nei saloon dei film western.

Personalmente, aspettando Godot, ho impiegato il mio tempo a disegnare questo:

Godot

The World Ends With You

Ovvero un piacevolissimo RPG per Nintendo DS targato Square-Enix.

Nel gioco vesti i panni di Neku (il tipaccio qui a sinistra), un ragazzo di Shibuya (c’ hai presente l’ incrocio più famoso di Tokyo? Sisi, quello con quattordicimila persone che attraversano contemporaneamente.. ecco, quell’ incrocio è a Shibuya) che si risveglia al centro del famoso incrocio, apparentemente senza memoria e totalmete invisibile ai passanti.

AZZ!

Il ragazzotto non potrebbe chiedere di più, finalmente può fare o dire tutto quello che gli pare senza sentirsi giudicato e/o osservato dagli altri, ma la realtà è ben diversa..

Scopre di essere finito in un “gioco” insieme ad altri ragazzotti, questo gioco finirà in 7 giorni e solo il vincitore potrà tornare al “mondo reale”.. gli altri semplicemente scompariranno per l’ eternità..

Non voglio svelarvi troppi dettagli, ci sono tante (s)piacevoli sorprese durante questi sette giorni..

La cosa che prima mi colpì di questo RPG è stata sicuramente la modalità di gioco.. si usa quasi esclusivamente il pennino, anche per le battaglie, e lo si usa nei modi più disparati

Gameplay a parte, andando avanti nel gioco scopro che anche la storia non è mica male!

RI-AZZ!

Oggi l’ ho finalmente finito (primo gioco installato su DS.. mecojoni..) e posso dire che è stato sicuramente uno dei miei passatempi preferiti.

Non vi nascondo che sto per ricominciare da capo (è uno di quei giochini che vanno rigiocati per sbloccare degli extra)

Prof. Layton & the curious village

Febbraio 2007..

Mi trovavo nella ridente cittadina di Sapporo (Hokkaido, JP) e uno dei miei personaggi televisivi preferiti era un tale Yoo Ooizumi.. un folle che mi aveva già colpito nel lontano 2005 per un telefilm scoppiatissimo che porta il nome di “White Stones” (e qui ci sarebbe da aprire un capitolo mooolto lungo )

In quel freddo Febbraio, tornando a noi, la mia consorte ed io ci imbattemmo in un flyer che sponsorizzava un giochino per Nintendo DS dalle piacevoli illustrazioni, e nel quale il nostro amato Ooizumi san avrebbe avuto il compito di doppiare il protagonista..

I nostri pensieri furono sincronizzati ed equivalenti:

“AZZZ!”

Dopo una veloce verifica su internet e dopo aver anche visto qualche spot televisivo, scoprimmo con immenso stupore che il buon Ooizumi san avrebbe accantonato la sua irresistibile verve comica per questo lavoro serioso e cervellotico..

“RI-AZZZ!!”

Non so bene per quale motivo non comprammo il giochino appena rilasciato, fatto sta che mia moglie ha avuto il piacere di giocarci qualche settimana fa..

BELLISSIMO!

Trattasi di giochino di indovinelli, puzzle e simili amenità, alcuni anche piuttosto difficili.. insomma il genere di cose che non mi ha mai appassionato, data la mia elasticità mentale e capacità logica pari a quella di un capitone..

Sarà stata la pregevole grafica, o magari il fatto di visualizzare gli indovinelli e poterci interagire a mio piacimento che mi ha portato ad adorare quell’ immenso giochino che è “Professor Layton and the curious village”

Morale della favola?

Ho comprato un Nintendo DS (verde! ), ho finito il gioco in 12 ore e passa (grazie al fatto che l’ avevo già giocato con mia moglie a metà) e alla fine questo è il mio omaggio a Layton sensei!