20th Century Boys

keeeenji-kun, let's plaaaay

tomodachiLa settimana scorsa ho finito di leggere un capolavoro: “20th Century Boys” di Urasawa Naoki (Monster, Pluto).

La storia comincia nel lontano 1969: in una scuola elementare, durante l’ intervallo per il pranzo, suona “20th Century boys” dei leggendari T-REX. Un gruppo di bambini costruisce una “base segreta” con delle sterpaglie e ci si riunisce per ascoltare il rock alla radio, leggere i fumetti, sfogliare le riviste per adulti e fantasticare sul fatto che un giorno avrebbero salvato il mondo dall’ invasione di robot, alieni ed altri eventuali e vari personaggi malvagi.

Qualche decennio più tardi una serie di avvenimenti sembra ripercorrere per filo e per segno tutte le parole e tutti i disegni che gli allora bambini progettavano.

Continua a leggere