L’ angolo della posta di peqpe

la nuova rubrica del blog

Una sensazione indescrivibile, mi sento come Paolo Bonolis all’ epoca di BIMBUMBAM, quando leggeva le letterine dei bambini e ne mostrava i disegni

Se vi guardate un attimo in giro noterete che sono un appassionato dei “doodles”, in particolare adoro un certo stile fanciullesco.

Purtroppo però il disegno di un adulto, per quanto si sforzi di emulare il tratto di un bambino, non avrà mai quella spensieratezza e quella cura/non cura dei dettagli propria di un individuo non perfettamente formato.

Ok, quello che ho scritto sin’ora è incomprensibile, andiamo avanti. Continua a leggere

Capitan Herlock (DON DON)

un tributo dovuto, checchè se ne dica

herlockCioè, che poi io da piccolo se non c’era un robbottone che si trasformava, mica me lo vedevo un cartone animato…

Ragion per cui tutti i lavori di Leiji Matsumoto li ho saltati a piè pari.

Ad ogni modo non potevo ignorare una delle leggende degli anime degli ’80

Ora sarei anche pronto a riscoprire quelle atmosfere buie che da piccolo mi opprimevano (catz, di recente ho anche visto Anna dai capelli rossi e l’ ho trovato di pregevole fattura! )… quindi chissà

Pluto

Tezuka + Urasawa = Awesome

AtomTorno a scrivere sul blog, il primo articolo del 2010 non poteva che annunciare l’ arrivo di un nuovo avatar

Questo signore alla vostra sinistra è Atom, da noi più conosciuto come Astroboy, indimenticabile protagonista dell’ anime più acclamato di Osamu Tezuka.

Brevissimo cenno sul Maestro Tezuka: quest’ uomo, oltre ad essere il padre dei manga, è stato anche il padre dell’ immaginario collettivo giapponese del concetto di “futuro”.

Grattacieli altissimi, macchine volanti, cyborg, tubi di plastica che attraversano la città… vengono tutti dai suoi sogni (leggenda o realtà?)

L’ idea di omaggiare Tezuka sensei mi è venuta leggendo la rivisitazione di Pluto ad opera di Naoki Urasawa. Continua a leggere

Un anno strano

one more

Mangio un mandarino, e penso che quest’ anno non ho potuto fare gli auguri a due “persone” molto importanti:
Ringo l’ indimenticabile amica grigia, e Zio Tonio l’indimenticabile amico rosa.

Beh, cominciare così il post di fine anno mi fa quasi venire voglia di chiuderlo qui, ma faccio uno sforzo e continuo

Continua a leggere

20th Century Boys

keeeenji-kun, let's plaaaay

tomodachiLa settimana scorsa ho finito di leggere un capolavoro: “20th Century Boys” di Urasawa Naoki (Monster, Pluto).

La storia comincia nel lontano 1969: in una scuola elementare, durante l’ intervallo per il pranzo, suona “20th Century boys” dei leggendari T-REX. Un gruppo di bambini costruisce una “base segreta” con delle sterpaglie e ci si riunisce per ascoltare il rock alla radio, leggere i fumetti, sfogliare le riviste per adulti e fantasticare sul fatto che un giorno avrebbero salvato il mondo dall’ invasione di robot, alieni ed altri eventuali e vari personaggi malvagi.

Qualche decennio più tardi una serie di avvenimenti sembra ripercorrere per filo e per segno tutte le parole e tutti i disegni che gli allora bambini progettavano.

Continua a leggere

iPeqpe

the rotten apple

iPeqpe

È accaduto l’inevitabile..

La Mela Marcia anche su casa nostra.

Ed è successo tutto così improvvisamente, il tempo di girare in un ipermercato e sentire una voce dirmi “..ultimamente mi farebbe comodo vedere i video o ascoltare musica mentre sono in cucina”

In quel momento mi è balenato in testa un vortice di informazioni sull’ iPod Touch di casa Apple: supporto a tutte le lingua del mondo, connessione wi-fi, riproduzione di mp4, milioni di applicazioni semi-inutili…

“Che ne dici di dare un occhio al finto iPhone?”

Ci avviciniamo timidi all’ Apple corner e lui era lì, a portata di dito, che ci chiamava…

Continua a leggere

GraphicsGale

best pixel art software ever!

Galeban200x40

Oggi vi parlo del miglior software per la pixel art che c’è in giro.

Quando cominciai, qualche anno fa, non ero proprio una cima con Photoshop, eppure avevo già capito che lavorare su immagini così piccole e senza anti-aliasing necessitava di un software adeguato.. senza tutti quei fronzoli inutili che servono a fare grafica a più di 8 bit e magari con la possibilità di visualizzare in tempo reale un anteprima a dimensioni effettive di quello che stavo disegnando ad uno zoom del 9999%

All’ epoca Google mi consigliò GraphicsGale.

Continua a leggere

Ti piacciono i fiori?

Vuoi fare il fioraio?

pianta pappice

I fiori in realtà non sono ancora sbocciati

Riprendo dopo molto tempo il mio personaggino preferito, il pappice, e lo piazzo in un vaso, aspettando che cresca… e guardate che risultati, dopo appena venti minuti!!

L’ effetto sticker, molto attuale, fa sempre la sua porca figura.

A dirla tutta quest’ immagine mi riporta indietro di un bel po’, a quando facevo disegni simili sul quaderno di matematica…

“Cunsolo! vuoi continuare a disegnare fuori, o vuoi seguire la lezione?”
“…torno subito professoressa…”

Non chiedetemi cosa sia il limite di una funzione

2 pattern

...dal sapore molto retrò

Da qualche giorno mi è venuto lo sfizio di disegnare pattern.

Sebbene il mio obbiettivo fosse quello di disegnare qualcosa di floreale, ho ceduto alla tentazione di esercitarmi con qualcosa di DECISAMENTE più facile

Ispirato da un film che ho rivisto un paio di settimane fa, ho creato una paletta (si dice così in italiano??) di colori su colourLovers e un paio di seamless patterns

Continua a leggere