Gundam RX-78 GP02A

..ma chiamatemi Physalis

Questo è veramente grosso e incazzato

Ma andiamo con ordine..

Venerdì ho organizzato la mia personale spedizione punitiva verso il Napoli Comicon, scoprendo troppo tardi che invece dovevo andare a spendere i miei soldi al Gamecon.. è una storia complessa fatta di cattive comunicazioni e conversazioni surreali con lo staff (“..c’è scritto all’ ingresso del castello che l’ area mercato è alla Mostra d’ Oltremare.. beh sui manifesti no effettivamente.. ma tu perchè non sei fan del Comicon su Facebook? Lì ti davano tutte le informazioni! sono BEN 2 SETTIMANE che lo stiamo dicendo… ah, capisco, non hai Facebook.. fai bene comunque…” )

Se l’ anno scorso c’erano ben due stand forniti di Gunpla, quest’ anno ce n’era uno solo (grande StarShop, non mi delude mai )

“Fammi vedere quello, no posalo, quell’ altro mi pare interessante, no tienitelo” e alla fine è uscito LUI.

Resistere per una notte intera prima di montarlo è stata dura, missione compiuta tra l’ altro grazie al fatto che venerdì sera sono tornato a casa letteralmente a pezzi. Continua a leggere

L’ angolo della posta di peqpe

la nuova rubrica del blog

Una sensazione indescrivibile, mi sento come Paolo Bonolis all’ epoca di BIMBUMBAM, quando leggeva le letterine dei bambini e ne mostrava i disegni

Se vi guardate un attimo in giro noterete che sono un appassionato dei “doodles”, in particolare adoro un certo stile fanciullesco.

Purtroppo però il disegno di un adulto, per quanto si sforzi di emulare il tratto di un bambino, non avrà mai quella spensieratezza e quella cura/non cura dei dettagli propria di un individuo non perfettamente formato.

Ok, quello che ho scritto sin’ora è incomprensibile, andiamo avanti. Continua a leggere

Professor Layton and the Diabolical Box

Layton's apprentice strikes again!

layton_box

AAAAAH quanto ho aspettato questo giorno?

Il professore gentiluomo e il suo piccolo apprendista ritornano sul mio ds dopo ANNI dalla loro prima comparsa (all’ epoca comprai il piccolo Nintendo apposta per loro).

Lo fanno con questo titolo carico di mistero, “la scatola diabolica”, che riserverà non poche sorprese…

Si parte con uno strano omicidio, unico indizio un biglietto per un treno di lusso diretto chissà dove, alla ricerca della suddetta scatola nefasta.

Ho appena finito la storia principale (14 ore di gioco circa), ma avendo risolto 121 dei 138 puzzle, il buon professore mi terrà compagnia per un altro paio d’ore

Divertenti anche i minigames che arricchiscono il gameplay.

Un’ unica perplessità: ricordo che mia moglie (che ha giocato questo titolo più di un anno fa) mi disse che questo capitolo era piuttosto complicato, tant’è che  alla LEVEL-5 avevano già deciso di semplificare il terzo episodio… questa cosa non mi risulta… i casi sono due:

A) sono uno strafottutissimo genio ( oh, può essere! )
B) durante la localizzazione della versione americana hanno ammorbidito il tutto

Propendo per la seconda, mentre sorseggio del buon tè inglese con la scrivania sommersa da fiammiferi che formano strane lettere.

Grazie professore, alla prossima

Alice nel Paese delle Mele Annurche

favola postmoderna con morale in omaggio

Eccomi a voi, dopo altri due giorni di blackout adsl.

Oggi vi racconto una favoletta rapida, di quelle con una  morale.

C’ era una volta Alice 7Mega.

Alice 7Mega, o come dicevan tutti Alice, era una ragazzina curiosa che un giorno, inseguendo un coniglio bianco, cade in un tombino aperto per lavori e si ritrova nel leggendario Paese delle Mele Annurche: Giugliano in Campania.

Come prima cosa Alice mangia un dolcetto, di quelli con il bigliettino “hate me” (nessun errore di battitura) e cresce a dismisura, fino a 20Mega…

“Taaagliatele la bandaaaaa!!” urla quindi la Regina di Fiori di Pesco dalla sua centrale satura.

La piccola Alice si ritrova quindi quasi dimezzata rispetto alla sua statura originale, circa 4Mega…

Alla centrale satura intanto c’è aria di festa, immaginatevi 20, forse 30 Oompa Loompa che giocano felici con un mare di cavi ethernet che staccano e riattaccano a casaccio, e sul pavimento un mare di ticket aperti, chiusi e socchiusi.

Da quell’ episodio la salute di Alice peggiora ogni giorno di più, passa da uno stato di telecoma farmocologico indotto a quello di telecoma vigile.

Fine.

Morale della favola: attenti a giocare nei pressi dei tombini aperti, che vi tagliano la banda… e quella non è certo come la coda delle lucertole che ricresce dopo un po’, anzi…

L’ arma finale è qui!

…è in assoluto il robot più grande che abbia costruito

Ma prima di mostrarvelo vi faccio vedere le configurazioni alternative dei robot piccoli

IMG_0528

IMG_0533

IMG_0535

IMG_0536

IMG_0537

IMG_0538

Ed eccoci arrivati a Lui:

IMG_0539

IMG_0541

IMG_0543

IMG_0553

Da notare che ho usato TUTTI I PEZZI dei robottini, nessuno escluso.. aggiungendo chiaramente il mantello

Una enorme opera di ingegneria insomma

See you space frog

Who watches the watchmen?

Ieri mia moglie ha finito di leggere Watchmen… è entusiasta

Non vi nascondo che anch’io sono entusiasta di poter ragionare di questa immensa opera con lei…

Secondo me non puoi dire di conoscere a fondo una persona se prima non discuti con lei di Watchmen. Sembra una cazzata, ma lo penso sul serio… giuro.

Condividiamo la scelta del personaggio preferito.. sebbene sia scontato che si tratti di Rorschach per tutti…

Condividiamo anche la scelta della scena preferita… sebbene sia scontato che si tratti della scena della foto su Marte per tutti…

AAAAAAAH che capolavoro… (lo sto rileggendo anch’io)

Eccoli i nostri due tesori, in versione americana e giapponese (ristampata da poco in occasione dell’ uscita del film)

IMG_0523

Giroro & Dororo, a.k.a 4 & 5 di 5

E così si concluse la divertentissima parentesi della mia vita in cui costruivo robottini di plastica ispirati alla serie di Keroro

Il divertimento non finise oggi e qui, dato che c’è ancora da provare le diverse configurazioni e infine l’ assemblamento totale globale dei 5 componenti……

FREMO!

Intanto beccatevi le foto degli ultimi due

IMG_0499

IMG_0500

IMG_0501

IMG_0508