Assassin’s creed

Brotherhood

L’ormai consueto personale omaggio a qualcosa che mi ha fatto buttare un sacco di tempo incollato davanti ad un monitor, anche un po’ per celebrare l’uscita del nuovo capitolo 

Ezio Auditore da Firenze

Dedicato ad Undine Taichou che mi ha fatto versare sangue a secchiate nel multiplayer online. Anche se…

OBIEZIONE!! Questo caffè non è nero e amaro quanto l’ inferno stesso!

Proprio ieri sera ho finito il terzo capitolo di Phoenix Wright – Ace Attorney.

E così si conclude anche la saga del buon avvocato, che mi ha fatto passare momenti davvero divertenti, in maniera insolita rispetto ad un semplice videogame

Per chi non lo sapesse, Phoenix Wright è un avvocato difensore, il gioco consiste in un avventura grafica durante la quale aiuteremo il protagonista ad indagare la scena del crimine, raccogliere prove e testimonianze ed infine affrontare il processo.

Lo so, lo stai dicendo, lo hai praticamente detto: “…ma che palle!”.

A questo punto mi viene da gridare “OBIEZIONE!”.

I tipi che si incontrano del gioco sono sempre sopra le righe, i dialoghi esilaranti, le musiche azzeccatissime ed infine un’ inaspettata profondità dei personaggi fanno di questo titolo uno dei migliori che abbia mai giocato.

Finita questa parentesi pubblicitaria, passiamo ai fatti Vostro Onore.

Tra i surrealissimi personaggi che si incontrano nel gioco c’è n’è uno che mi ha particolarmente divertito: il procuratore Godot

Trattasi di un caffeinomane ( mi ricorda qualcuno! ) che il più delle volte parla per mezzo di incomprensibili metafore riguardanti l’ amara bevanda… uno spasso incredibile

Tra le sue azioni più esilaranti vanno annoverate le interminabili trangugiate di caffè, il lancio della tazza all’ avvocato della difesa e soprattutto l’ apparizione DAL NULLA di una nuova tazza di caffè fumante che gli arriva in mano scivolando sul banco dell’ accusa, a mo’ di boccale di birra nei saloon dei film western.

Personalmente, aspettando Godot, ho impiegato il mio tempo a disegnare questo:

Godot

Prof. Layton & the curious village

Febbraio 2007..

Mi trovavo nella ridente cittadina di Sapporo (Hokkaido, JP) e uno dei miei personaggi televisivi preferiti era un tale Yoo Ooizumi.. un folle che mi aveva già colpito nel lontano 2005 per un telefilm scoppiatissimo che porta il nome di “White Stones” (e qui ci sarebbe da aprire un capitolo mooolto lungo )

In quel freddo Febbraio, tornando a noi, la mia consorte ed io ci imbattemmo in un flyer che sponsorizzava un giochino per Nintendo DS dalle piacevoli illustrazioni, e nel quale il nostro amato Ooizumi san avrebbe avuto il compito di doppiare il protagonista..

I nostri pensieri furono sincronizzati ed equivalenti:

“AZZZ!”

Dopo una veloce verifica su internet e dopo aver anche visto qualche spot televisivo, scoprimmo con immenso stupore che il buon Ooizumi san avrebbe accantonato la sua irresistibile verve comica per questo lavoro serioso e cervellotico..

“RI-AZZZ!!”

Non so bene per quale motivo non comprammo il giochino appena rilasciato, fatto sta che mia moglie ha avuto il piacere di giocarci qualche settimana fa..

BELLISSIMO!

Trattasi di giochino di indovinelli, puzzle e simili amenità, alcuni anche piuttosto difficili.. insomma il genere di cose che non mi ha mai appassionato, data la mia elasticità mentale e capacità logica pari a quella di un capitone..

Sarà stata la pregevole grafica, o magari il fatto di visualizzare gli indovinelli e poterci interagire a mio piacimento che mi ha portato ad adorare quell’ immenso giochino che è “Professor Layton and the curious village”

Morale della favola?

Ho comprato un Nintendo DS (verde! ), ho finito il gioco in 12 ore e passa (grazie al fatto che l’ avevo già giocato con mia moglie a metà) e alla fine questo è il mio omaggio a Layton sensei!

Final avatar (..è proprio vero..)

Sono passati un paio di mesi da quando ho giocato a Final Fantasy VII – Crisis core e devo dire che mi è piaciuto e anche non poco!

Sfortunatamente non avevo mai visto alcun capitolo precedente..

In questi giorni sto rimediando

Final Fantasy VII mi sta appassionando di brutto anzicchènnò

Fate largo a Cloud Strife

cloud

…non avendo trovato immagini adatte, devo dire di non essere soddisfatto al 100% di questo lavoro…

Poco importa, lo pubblico uguale