Favic-o-matic

Something new under the sun

Favic-o-matic - Make your website shine on every browser and device

The idea of favicon evolved, it happened long ago.

It was just a little .ico file, a few browser displayed it alongside with the url of the website.

Just like many colleagues, i always used online tools to generate that little 16x16px bastard and the HTML code needed to make it work on every browser (FYI, IE used to have a slightly different syntax… aww… )

Well, in 2014 you can say that the word “favicon” (favorite icon) has grown in meaning, including Apple and Android touch icons, IE pinned site icons, Google TV icons, Metro tile icons and many, many more.

Don’t need to be a pro web developer to understand that those old fashioned web services are not enough anymore. Sadly.

Giovanni Caturano (CEO at Spinvector) is a good guy.

If you are asking what does Giovanni (a guy who deals with augmented reality, holograms, immersive environments, videogames and who is busy making the future happens today) have to do with favicons, you have a point. Just don’t ask me.

Giovanni was looking for an universal and modern tool to generate, in a few clicks, the whole package needed: every image and every line of HTML code.

And he thought that maybe a lot more people needed it.

Said and done. Favic-o-matic was born like that.

Our newborn web service allows you to upload your image, choose what you need, and get everything you needed in 2 ore 3 clicks.

For those who likes Chrome apps (i love them!) you can download favic-o-matic from Crome Web Store too!

It supports (at the moment):

Multiple .ico file
- 16×16 px (The interweb standard for (almost) every browser)
- 24×24 px (IE9 Pinned site browser UI)
- 32×32 px (New tab page in IE, taskbar button in Win 7+, Safari Reading List sidebar)
- 64×64 px (Windows site icon, Safari Reading List sidebar in HiDPI/Retina)

.png files
- 48×48 px (Windows site icons)
- 57×57 px (Standard iOS home screen (iPod Touch, iPhone first generation to 3G))
- 60×60 px (iPhone touch icon (non-retina – iOS7))
- 72×72 px (iPad touch icon (non-retina – iOS6 or prior))
- 76×76 px (iPad touch icon (non-retina – iOS7))
- 96×96 px (GoogleTV icon)
- 114×114 px (iPhone retina touch icon (iOS6 or prior))
- 120×120 px (iPhone retina touch icon (iOS7))
- 144x144px (IE10 Metro tile for pinned site & iPad retina (iOS6 or prior))
- 152×152 px (iPad retina touch icon (iOS7))
- 196×196 px (Android Chrome (M31+))

Durarara!!

Bukuro saikou!

durararaHo trovato due avatar che, non so perchè, non ho mai pubblicato… ed un altro ancora per il quale non c’era un degno post sul blog

Durarara è l’ultima (credo) opera folle di Ryohgo Narita, stesso scrittore di Baccano!, adattato ad anime ed andato in onda ormai un anno fa… e il ragazzo non delude mai

Come già successo in Baccano!, Durarara è un’intricata storia interpretata da un numero imbarazzante di protagonisti. La storia è ambientata ad Ikebukuro, turbolento ed interessante quartiere di Tokyo che ho già avuto modo di “conoscere” grazie a IWGP.

E infatti, durante tutto l’anime, numerosi saranno i tributi e le citazioni velate e non al suddetto capolavoro (le “color gang” ad esempio sono uno degli elementi centrali di IWGP)

Di che parla Durarara!! ?

Booh!!

Sarebbe difficile rispondere in maniera secca a questa domanda… parla di uno spaccato di vita di tre scolaretti, ma anche no… parla di un’organizzazione anonima che si muove sulla rete, ma anche no… parla di una donna senza testa che lavora come fattorino ad Ikebukuro, ma anche no… e poi c’è l’uomo più forte del mondo, un ristorante di sushi gestito da un russo di colore, un paio di pazzi sadici e strane relazioni tra esseri umani… molto strane…

Il mio tributo è per Celty, Kida kun e Ryuugamine kun

Assassin’s creed

Brotherhood

L’ormai consueto personale omaggio a qualcosa che mi ha fatto buttare un sacco di tempo incollato davanti ad un monitor, anche un po’ per celebrare l’uscita del nuovo capitolo 

Ezio Auditore da Firenze

Dedicato ad Undine Taichou che mi ha fatto versare sangue a secchiate nel multiplayer online. Anche se…

Megane

Beh, è un po’ che non ci si vede!
Qualche impegno di troppo di recente, si si…

Oggi (in realtà tre giorni fa) si celebra un cambiamento epocale: addio occhiali tondi alla  John Lennon, benvenuti occhiali nerd alla Buddy Holly!

Chiaramente mi è toccato ritoccare il template dei miei avatar.. operazione condita con non poca malinconia ad essere sincero

Detto tra noi è stato anche divertente fare una visita oculistica dopo circa dieci anni.. la tecnologia ha fatto noteeevoli passi avanti! ( Hey! dove sono le E ?? )


Woo-ee-oo, I look just like Buddy Holly.
Oh-oh, and you’re Mary Tyler Moore.
I don’t care what they say about us anyway.
I don’t care ’bout that.

Wake up and smell the RSS

(esp)R(e)SS(o)

coffee

Semplicemente un tributo ai miei due migliori amici

A dire il vero non è che sia soddisfatto al 1000% della resa, ma ci ho messo solo 45 minuti a realizzarla in Illustrator e senza usare mesh di sorta, solo semplici sfumature…

…forse avrei fatto meglio ad usarne, si si si…

Piccola paginetta celebrativa qui

Gundam RX-78 GP02A

..ma chiamatemi Physalis

Questo è veramente grosso e incazzato

Ma andiamo con ordine..

Venerdì ho organizzato la mia personale spedizione punitiva verso il Napoli Comicon, scoprendo troppo tardi che invece dovevo andare a spendere i miei soldi al Gamecon.. è una storia complessa fatta di cattive comunicazioni e conversazioni surreali con lo staff (“..c’è scritto all’ ingresso del castello che l’ area mercato è alla Mostra d’ Oltremare.. beh sui manifesti no effettivamente.. ma tu perchè non sei fan del Comicon su Facebook? Lì ti davano tutte le informazioni! sono BEN 2 SETTIMANE che lo stiamo dicendo… ah, capisco, non hai Facebook.. fai bene comunque…” )

Se l’ anno scorso c’erano ben due stand forniti di Gunpla, quest’ anno ce n’era uno solo (grande StarShop, non mi delude mai )

“Fammi vedere quello, no posalo, quell’ altro mi pare interessante, no tienitelo” e alla fine è uscito LUI.

Resistere per una notte intera prima di montarlo è stata dura, missione compiuta tra l’ altro grazie al fatto che venerdì sera sono tornato a casa letteralmente a pezzi. Continua a leggere

Chocolate disco

Perfume

nocchia-chankashiyuka

Queste signorine qui a sinistra sono la mia ultima infatuazione musicale.

A dirla tutta quando ho sentito per la prima volta un loro pezzo stavo per vomitare, il mio background culturale me lo imponeva.. cioè, voglio dire, ‘ste tre fanno una commerciale da discoteca molto vagamente techno, il peggio che si può trovare in giro..

Passano i minuti e la nausea viene sostituita da un catartico tamburellare di dita sulla scrivania.

Io non lo sapevo ancora, ma loro avevano già vinto. Continua a leggere